HOME

Salvatore D’Auria Design é un LABORATORIO DI DESIGN ALPINO, CHE nasce dalla passione per il saper fare creativo con materiali naturali.


“Credo che l’atto creativo debba in qualche modo, impulsare migliorie nella vita di tutti noi, delle nostre comunità, del nostro contesto sociale ed economico.”

LA BOTTEGA

Salvatore D’Auria Design, è una piccola impresa artigianale, specializzata nello sviluppo di elementi d’arredo unici o studiati su misura, rigorosamente in legno, senza ricorrere né ad elementi metallici, né a sostanze tossiche protettive. Inoltre, a seguito dei dodici anni di esperienza acquisiti nel settore della bioedilizia, progettiamo e realizziamo stand per eventi o fiere di tutti i tipi, micro-moduli abitativi, unità di servizio e chioschi per il giardino, in tutti i casi, cercando la massima integrazione con il contesto, nel rispetto dei principi dell’economia circolare.

La piccola impresa artigianale, nasce dall’amore e la passione per il saper fare con i materiali naturali. In un momento storico, dove sentiamo, vediamo e tocchiamo con mano i drammatici effetti sul clima, causati dalle nostre azioni quotidiane, dalle nostre scelte di vita, riteniamo di vitale importanza, centrare la nostra attenzione come architetti, designer e creativi in generale, sull’utilizzo di quelle materie prime rinnovabili, per le quali non sono necessarie le devastanti quantità di anidride carbonica riversate nell’ambiente, per la loro estrazione e successiva trasformazione.

Ispirato da quanto visto e vissuto nei viaggi in Sud America, ed in particolare, durante gli anni vissuti in Messico, il nostro laboratorio creativo nasce con la decisa intenzione di coniugare il sapere ancestrale-vernacolare, con le conoscenze teoriche e il savoir-faire manuale degli artigiani, con il fine di creare qualcosa di unico, che possa contribuire a migliorare il nostro habitat domestico, e quindi quello comunitario.

ABOUT

Salvatore D’Auria è nato nel 1981 a Pomigliano D’Arco, Napoli.

Si laurea in architettura nel 2006, presso il Politecnico di Torino con la tesi “Il bambù come materiale da costruzione”. Ha trascorso già durante il periodo universitario, lunghi soggiorni all’estero, prima in Francia, per studiare i sistemi costruttivi alpini, e poi in Colombia, per lo sviluppo della sua tesi. Dal 2006 al 2008, si trasferisce a Londra, dove lavora presso due studi di architettura, Carl Stern Partnership prima, e GMW Architects poi. Nel 2009 si trasferisce in Messico, nella cittá di Oaxaca, dove ha svolto l’attività di docente nella locale Facultad de arquitectura “5 de Mayo”, Universidad Autónoma Benito Juárez de Oaxaca, impartendo corsi di progettazione e disegno.

Dopo diverse collaborazioni con architetti messicani, decide di mettersi in proprio, e fonda il suo studio Tenate Studio architettura e graphic design, che mantiene attivo fino al 2018. Nei dieci anni vissuti in Messico, ha impartito diversi workshops teorico-pratici sull’uso di tecniche e materiali tradizionali come terra, legno, pietra e bambù. Nel 2015 ottiene un master di secondo livello in Gestione di progetti per lo sviluppo solidale, con la tesi “Partecipazione e design bioclimatico per l’elaborazione di progetti architettonici in contesti rurali”.